Monfalcone scende in gara alla Barcolana, pronta la barca da 7 metri

L'INIZIATIVA

Monfalcone scende in gara alla Barcolana, pronta la barca da 7 metri

Di Salvatore Ferrara • Pubblicato il 03 Ott 2022
Copertina per Monfalcone scende in gara alla Barcolana, pronta la barca da 7 metri

La città bisiaca a Trieste con la sua barca. Non solo sport, gli appuntamenti culturali e solidali.

Condividi
Tempo di lettura

Ci sarà anche Monfalcone alla 54^ edizione della Barcolana. È ormai una partecipazione arrivata al suo quarto anno ed è diventata anche un’occasione per ragionare sulle opportunità che il mare offre all’economia e alla società. Il programma di questa collaborazione è stato presentato stamattina nella sala del consiglio del municipio alla presenza del sindaco Annamaria Cisint; di Alessandro Mulas, vicepresidente della Società velica di Barcola e Grignano e di diversi esponenti delle realtà associative del settore marittimo operanti in città.

“Monfalcone è una città che intende dare lustro a quello che il suo mare offre” ha affermato Cisint. Da quattro anni infatti la città è partner di una serie di iniziative, volte alla promozione territoriale e alle specialità sportive legate al mare. Lo stand bisiaco ospite della regata triestina verrà inaugurato venerdì 7 ottobre alle 11 in uno spazio che si potrebbe definire d’eccezione, in quanto posizionato molto vicino al Molo Audace. Qui è in programma la conferenza “Monfalcone, la nautica e il mare”.

L’iniziativa si avvale anche della partecipazione del mondo universitario. Poi verrà dato spazio alla presentazione delle due azioni pilota del progetto “Framesport” dal titolo “Monfalcone experience” ed infine, prima di mezzogiorno, ci sarà la presentazione del corso di maestro d’ascia. Nella mattinata di venerdì è previsto anche l’arrivo - via mare. ovviamente - di Stefano Minerva, il sindaco del comune di Gallipoli gemellato con Monfalcone.

Alle 12 è in programma la presentazione del progetto “Hatch” a cura dell’università degli studi di Udine. Di “Hadriaticum data hub” se ne parlerà anche dopo ora di pranzo, alle 14, quando verranno sviluppate tutte le sue anime: i progetti Adswim, Watercare e Soundscape. Di essi verranno descritti obiettivi, risultati e idee future. Nel tardo pomeriggio, dalle 17 in poi, si parlerà delle due città gemellate dell’Adriatico. “Anche Monfalcone avrà la sua barca, che parteciperà alla regata con il numero 572 ed è lunga 7 metri e 40 centimetri” ha spiegato Cisint.

La prima cittadina ha poi presentato il programma della giornata di sabato 8 ottobre quando si parlerà ancora una volta – dalle ore 12 – di “Hatch” e dei progetti ad esso collegati (Ecoss, Ecomap e Saspas). E ancora il sindaco: “Siamo una vetrina di un sistema e racconteremo quello che succede nella nostra città”. Infatti, collegandosi a questa dichiarazione, Cisint ha comunicato che nel tardo pomeriggio di sabato saranno promosse le Terme Romane con la proiezione di alcuni visori in 3D che permetteranno ai curiosi di fare un viaggio virtuale all’interno del centro di cure termali.

“La Barcolana è diventata nel tempo un evento coinvolgente per tutta la città di Trieste e non solo” così il vicepresidente della società velica Alessandro Mulas. “Sono stati creati e sviluppati eventi – spiega - che sono riusciti a coinvolgere tante realtà economiche e sociali dell’Alto Adriatico”. La partecipazione alla storica regata è ormai più che attiva e convinta grazie alle buone volontà presenti e alle tante idee che permettono la creazione di un evento che fornisce un indotto corposo – come lo è stato prima della pandemia – per 70 milioni di euro di giro d’affari in meno di 10 giorni.

Era presente ai lavori di presentazione di stamane anche il direttore di Apt, dottor Luca di Benedetto che ha illustrato il servizio navetta che verrà offerto per recarsi a Trieste. Un bus, nello specifico quello della linea 51, che verrà vestito in “stile Barcolana”. Si tratta di una campagna di promozione e divulgazione degli eventi culturali e sportivi che si terranno in occasione della manifestazione. La linea 51 vedrà infatti un potenziamento del suo servizio di corse garantite per questo weekend. La linea in questione vede le partenze dall’aeroporto di Ronchi dei Legionari con arrivo all’autostazione delle corriere del capoluogo giuliano e viceversa.

Ultima corsa in programma, a mezzanotte e cinque minuti da Trieste per il ritorno. Ma “Monfalcone alla Barcolana” sarà anche molto altro. Sarà cultura con la visita allo storico veliero della nave scuola della Marina e del sommergibile S300; sarà sport con la quinta edizione del “Trofeo nautico città di Monfalcone”; sarà solidarietà con la partecipazione dell’associazione “Voi come noi” che segue i bambini autistici e le loro famiglie. La presenza della città dei cantieri alla Barcolana vorrà dire anche sostenibilità.

Su questo aspetto hanno insistito sia il sindaco che il vicepresidente della società velica. La sostenibilità ambientale è infatti insita nel dna di chi vive il mare. All’evento velico sarà abbinato anche il tema della sostenibilità sociale con la collaborazione di 25 onlus che messe insieme attraverso “La rete del dono”, creeranno un gemellaggio che promuoverà la raccolta fondi per realtà sociali che necessitano di aiuto e cooperazione. La sostenibilità in senso ampio troverà spazio anche in attività di promozione nel programma del “Barcolana Sea Summit”.

Dalla provincia, in riva all'Adriatico sarà presente anche Baraonda del general manager goriziano Lucio Provvidenti. L'imbarcazione, presentata anche lei questa mattina in piazza Transalpina insieme alle autorità delle due città di confin, sarà la portacolori della Capitale europea della cultura 2025.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione