Fvg, ecco il super sconto ai carburanti sul confine: il pieno si fa con l'app

la novità

Fvg, ecco il super sconto ai carburanti sul confine: il pieno si fa con l'app

Di T.D. • Pubblicato il 24 Nov 2022
Copertina per Fvg, ecco il super sconto ai carburanti sul confine: il pieno si fa con l'app

Approvata ieri la misura in consiglio regionale, alcuni benzinai contrari all'app.

Condividi
Tempo di lettura

Arriva il via libera del Consiglio regionale sulla nuova legge sullo sconto ai carburanti. L'Aula ha approvato ieri a larga maggioranza il disegno di legge 175, che prevede modifiche alla legge del 2010 sulle misure di sostegno all'acquisto ai distributori, introducendo la possibilità di un supersconto e di un ulteriore aiuto ai cittadini che risiedono a meno di 10 chilometri dal confine. La discussione generale era stata aperta dall'intervento di Diego Bernardis (Lega), che ha parlato di "un ddl frutto di un approfondito lavoro di ascolto e confronto".

L'esponente del Carroccio ha rimarcato come, negli anni, "si sono persi più di 120 milioni di euro in termini di Iva e accise, nel solo territorio di Gorizia. Tanto che durante la prima fase della pandemia gli incassi per lo Stato raddoppiarono". Bernardis è soddisfatto anche per l'ingresso nella fascia 1 di molti comuni dell'ex provincia, "un passo che avevo a lungo caldeggiato e che va nel segno del riequilibrio e dell'equità. L'istituzione della cosiddetta fascia zero consentirà di applicare un prezzo maggiore o minore nei comuni a meno di 10 chilometri dal confine".

Soddisfatto anche il Partito democratico, che ha votato a favore. Diego Moretti parla di "una risposta concreta alle istanze dei rappresentanti dei gestori degli impianti di distribuzione affinché le spese per l’adozione di nuovi dispositivi hardware e software legati all’introduzione della app fossero a carico della Regione e non dei gestori stessi, così come il monitoraggio della funzionalità del nuovo sistema potrà prevedere un periodo transitorio prolungato, proprio per venire incontro a cittadini e gestori". Il dem, però, precisa: "Nessun trionfalismo, ma attenta applicazione di una norma che va seguita nella sua applicazione".

Di parere opposto il Movimento 5 stelle: "Dopo le promesse di Meloni e Salvini di tagliare le accise sui carburanti, ecco che tra i primi provvedimenti del governo - così Cristian Sergo e Ilaria Dal Zovo - arriva la riduzione dello sconto nazionale, a partire dal primo dicembre, da 30,5 a 18,3 centesimi con un costo di circa 146 euro a famiglia". Parlano quindi di stangata per famiglie e gestori: "Già in questi giorni, se si confrontano i prezzi considerando l'aumento dell'accisa previsto dal governo al primo dicembre, quelli oltre confine risultano più convenienti".

Contrari al provvedimento anche alcuni gestori di distributori, tra cui l'ex rappresentante di categoria Manuel Rizzi che a Gorizia ha affisso un cartello: "Il gestore di questa stazione di servizio non scaricherà l'app per il carburante. Si consiglia anche agli utenti di non scaricarla". Lo stesso parla di "illegalità nell'uso del contributo", invitando invece a seguire il modello della Provincia autonoma di Bolzano. Tra le novità introdotte, infatti, c'è l'uso dello smartphone per poter accedere al beneficio da gennaio, anziché la tradizionale tessera che terminerà a fine anno.

Questa, sottolinea Antonio Calligaris (Lega), "consentirà di effettuare il rifornimento a prezzo ridotto tramite un identificativo digitale, nonché di visualizzare gli ultimi rifornimenti effettuati con questa modalità. Da segnalare inoltre nel dispositivo approvato, per il suo impatto sociale, l'abrogazione dei commi dell'articolo 3 della legge regionale 14 del 2010: da gennaio 2023 avremmo rischiato infatti di vedere ridotto lo sconto a chi non possiede un'auto omologata euro 4, andando a discapito delle fasce deboli e di coloro che non possono permettersi di cambiare auto".

Foto Automobile Italia/Flickr

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione