Tampone rapido per andare a Nova Gorica, cambiano le condizioni per l'ingresso in Slovenia

il provvedimento

Tampone rapido per andare a Nova Gorica, cambiano le condizioni per l'ingresso in Slovenia

Di Redazione • Pubblicato il 08 Gen 2021
Copertina per Tampone rapido per andare a Nova Gorica, cambiano le condizioni per l'ingresso in Slovenia

Gli studenti potranno attraversare liberamente il confine ma rimarrà la didattica a distanza fino al 15 gennaio.

Condividi
Tempo di lettura

Da domani scatteranno delle modifiche per l'ingresso in Slovenia da parte dei cittadini stranieri. Rimane l'obbligo di presentare i risultati negativi del test anti-Covid ma il governo di Lubiana accetterà come validi anche i test molecolari fatti fuori dall'Unione europea e quelli rapidi dell'antigene ma solo degli Stati UE o Schengen. Non sarà più necessario fare i tamponi rapidi antigene ai valichi, così come sarà consentito l'attraversamento del confine per l'istruzione, misura particolarmente attesa da tanti studenti di Gorizia e Nova Gorica che vanno a scuole oltreconfine. Le novità sono state comunicate dall'esecutivo con una nota.

Il test per la presenza del virus SARS-CoV-2 deve essere eseguito mediante tampone molecolare in uno Stato membro dell'UE, Schengen o da un'organizzazione o individuo identificato come appropriato dall'Istituto di microbiologia e immunologia e dal Laboratorio nazionale per la salute, l'ambiente e l'alimentazione. Consentito anche il test rapido dell'antigene, sempre in uno Stato Ue o Schengen. Richiesto un risultato negativo del test, sia molecolare che antigente, non più vecchio di 48 ore. Ai valichi non sarà invece obbligatorio sottoporsi al tampone rapido.

Previste anche una serie di deroghe, permettendo così l'attraversamento libero del confine senza tamponi e quarantene precauzionali, e riguardano che lo fa per motivi di studio e lo dimostra con prove adeguate. Se la persona è minorenne o non può viaggiare da sola per altri motivi, anche chi lo accompagna può entrare alle stesse condizioni, ma deve rientrare immediatamente dopo che il trasporto ha avuto luogo. L'eccezione per gli atleti è stata eliminata, poiché non sussistono più i test rapidi dell'antigene al confine. La Finlandia è stata ritirata dalla lista rossa, il che significa che l'ingresso da questo paese è possibile senza quarantena o un test negativo; l'Italia rimane invece nell'elenco.

Nel frattempo, è stata emanata anche una nuova ordinanza sullo slittamento della ripresa delle lezioni in presenza. Sarà possibile tornare in aula solo nelle scuole primarie con un programma personalizzato e negli istituti per bambini e adolescenti con bisogni speciali. Rimane la didattica a distanza, invece, per medie, superiori e università fino al 15 gennaio.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione