San Canzian d'Isonzo, successo per le attività dell'Arci per bambini e ragazzi

Dal territorio

San Canzian d'Isonzo, successo per le attività dell'Arci per bambini e ragazzi

Di Ivan Bianchi • Pubblicato il 24 Ago 2021
Copertina per San Canzian d'Isonzo, successo per le attività dell'Arci per bambini e ragazzi

A promuovere le attività da settembre 2020 il circolo Arci di San Canzian. Nei vari laboratori sono stati prodotti alcuni murales in alcuni luoghi dei vari paesi.

Condividi
Tempo di lettura

L’Arci di San Canzian d’Isonzo ha proposto, in questo periodo, attività e laboratori per bambini e ragazzi. “Dopo lo stop dello scorso anno in settembre, ho proposto alcune giornate di Plein Air per bambini dai 6 ai 9 anni”, racconta la coordinatrice, Antonella Delbianco.

“Rispettando le norme anti-Covid, come l'uso della mascherina e il distanziamento i bambini hanno potuto illustrare con matite colorate e acquarelli angoli caratteristici e alcuni reperti romani di San Canzian d’Isonzo. A partire da ottobre, in piccoli gruppi, sono iniziati i corsi artisti ci dedicati ai bambini dai cinque ai nove anni e per ragazzi dai 12 ai 14. I corsi sono stati ospitati nel centro civico di San Canzian e sono durati fino alla fine di maggio. Si sono conclusi con una mostra di due settimane in Villa Settimini a Pieris”. A sostenere le attività la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e i contributi dei genitori.

Quanto bambini e ragazzi hanno potuto imparare sono state la “padronanza delle tecniche dalla matita al pennello, la loro portata, spiegando le regole quali la prospettiva e l'uso del colore, proponendo immagini di pittori famosi da Giotto a Picasso, con piccole spiegazioni e riproduzioni usando tecniche diverse”, prosegue Delbianco.

Con i ragazzi, invece, sono stati proposti “un corso base di fumetto e disegno usando prevalentemente matite e pennarelli. Per quanto riguarda l'estate ho proposto murales all'aperto che ha consentito di non indossare le mascherine”.

Nel mese di giugno sono stati completati un murales sul pilone del ponte nei giardini del Peep, che ha concluso il lavoro di due estati, e in luglio un murales sulla parete esterna della gelateria Itatiba di San Canzian con i bambini dai sei agli undici anni.

In agosto si sono conclusi i laboratori con due grandi murales nei giardini Europa a Pieris con tre ragazze dagli 11 ai 14 anni. “Il lavoro è durato quasi un mese ed ha ricevuto un riconoscimento anche dal sindaco”, conclude Del Bianco che ricorda come “tutti i murales sono stati creati da idee e disegni dei partecipanti, assemblati in modo da ottenere un unico lavoro”. In questo caso i murales sono stati realizzati grazie a un finanziamento della Coop di Ronchi e dai contributi dei genitori.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione