A Ronchi si prepara l'ingresso di monsignor Ignazio Sudoso

Domenica 3

A Ronchi si prepara l'ingresso di monsignor Ignazio Sudoso

Di Ivan Bianchi • Pubblicato il 30 Set 2021
Copertina per A Ronchi si prepara l'ingresso di monsignor Ignazio Sudoso

Appuntamento domenica con l'ingresso vero e proprio mentre una veglia di preghiera è prevista venerdì 1 ottobre a Vermegliano.

Condividi
Tempo di lettura

Entrerà nella chiesa di San Lorenzo a Ronchi dei Legionari domenica 3 ottobre il nuovo parroco, monsignor Ignazio Sudoso. Sarà responsabile dell’Unità pastorale di San Lorenzo e Santo Stefano a Vermegliano. La solenne celebrazione eucaristica di inizio ministero è prevista alle 15.30 e sarà presente l’arcivescovo, monsignor Redaelli. L'ingresso cade nella domenica in cui si celebra la Madonna del Rosario, ancor oggi venerata all'interno della chiesa parrocchiale e un tempo oggetto di devozione con una processione tra le vie attigue alla già pieve. 

"L'ingresso in chiesa - per motivi legati alla prevenzione da covid - è su invito. Verranno comunque predisposti dall'amministrazione comunale i posti esterni sul sagrato della parrocchiale distanziati per partecipare alla solenne concelebrazione eucaristica. Si raccomanda di seguire le indicazioni del servizio d'ordine che accoglierà le persone al loro arrivo", fa sapere l’organizzazione della parrocchia.

Un momento di preparazione è stato organizzato venerdì 1° ottobre alle 18.30 nella chiesa di Santo Stefano a Vermegliano con un’apposita veglia di preghiera.

Monsignor Sudoso, nato a Taranto il 31 luglio 1963, ordinato sacerdote per l’Arcidiocesi di Gorizia il 5 ottobre 1996, Canonico del Capitolo Metropolitano, era finora Cancelliere arcivescovile e Vicario parrocchiale dell’Unità pastorale fra le parrocchie S. Ambrogio, Ss. Nicolò e Paolo, SS. Redentore e B.V. Marcelliana della città di Monfalcone.

Don Ignazio va a succedere a don Lorenzo Boscarol, per tutti don Renzo, che ha mantenuto la carica di parroco di San Lorenzo dal 2001 dopo che, nel novembre 2000, era scomparso lo storico parroco don Mario Virgulin. Don Boscarol, è stato il 28° sacerdote dopo il 1447. Prima di lui ci sono stati Matteo dal 1447, Barnaba da Visignano dal 1480 al 1512, dal 1512 al 1546 Lorenzo da Monfalcone e Sebastiano da Grado, dal 1546 Giovanni Battista da Sbroivacca.

Dopo questi primi sacerdoti, altri 15 preti hanno curato le anime della città fino al 1700. Poi, Luca Fulizio 1778-1816, Leonardo Cecconi 1816-1852, Giacomo Anderlig 1853-1893, per un solo anno, il 1894, Eugenio Jordan, Francesco Bandeu 1894-1940. Dal 1940 al 1952 il grande Pre Tita Falzari succeduto, nell'estate 1952 da monsignor Mario Virgulin fino al 2000.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione