Il primo vaccino a Ronchi è per l'ultracentenaria Emilia, l'obiettivo è 600 dosi al giorno

Al palasport

Il primo vaccino a Ronchi è per l'ultracentenaria Emilia, l'obiettivo è 600 dosi al giorno

Di Timothy Dissegna • Pubblicato il 04 Mag 2021
Copertina per Il primo vaccino a Ronchi è per l'ultracentenaria Emilia, l'obiettivo è 600 dosi al giorno

Sarà a disposizione della Bisiacaria e della Bassa Friulana. L'obiettivo sono 600 vaccinazioni al giorno, l'inaugurazione questa mattina.

Condividi
Tempo di lettura

È stata Emilia Pacor, classe 1920, la prima vaccinata del nuovo centro vaccinale di Ronchi dei Legionari, aperto stamattina al Palazzetto dello Sport “Armando Filiput”. Un nuovo tassello per la campagna vaccinale regionale, con quasi 600 vaccinazioni al giorno previste. Al suo interno, una schiera di volontari, tra Protezione civile e semplici cittadini, garantiranno il triage e il regolare afflusso all’interno dello stabile, dove sei box consentono altrettante vaccinazioni. Ad inaugurarlo è stato il vicegovernatore Riccardo Riccardi, assieme al direttore generale di Asugi, Antonio Poggiana e al sindaco Livio Vecchiet. Il tutto rimarrà almeno fino al 30 settembre e sarà attivo, in questa prima fase, fino a sabato dalle 8 alle 19.

“L’obiettivo è tra le 550 e 600 dosi giornaliere - conferma il numero due della giunta regionale -, questo giustifica un modello di questo genere. Andare sotto questa cifra non giustificherebbe queste strutture, che non hanno bisogno solo dell’organizzazione degli spazi ma soprattutto dei professionisti che sono in grado di fare questo lavoro”. Una catena che raccoglie diverse figure e competenze, tanto che lo stesso Riccardi aveva sottolineato già ieri l’impossibilità di creare centri in ogni punto della regione. “È un’operazione complessa e va garantita la massima sicurezza, per cui la nostra strategia è trovare una domanda importante sul territorio, com’è per Ronchi”.

Ieri, peraltro, il Commissario straordinario Figliuolo ha aperto all’uso di Astrazeneca anche per gli under 60. “Verificheremo come sarà l’adesione alla giornata di oggi - sottolinea Riccardi -, se dovesse persistere un andamento lento, l’unica risposta sarà la riapertura delle agende, per cercare di avere una marcia spedita”. Dal canto suo, Poggiana spiega che l’Azienda sanitaria è “in attesa della decisione della Regione sulle prenotazioni, noi siamo pronti per quando ci daranno il via libera ad aprire a nuove categorie”. Per il resto della campagna sul territorio, si arriva a una copertura media di 3mila vaccinazioni al giorno, “sapendo che a breve arriveremo anche a 4mila dosi”.

Sulle difficoltà lamentate dai medici di base di Asugi per la somministrazione delle dosi, il direttore ha spiegato che “abbiamo fatto un buon accordo, dando l’opzione di poter vaccinare sia a domicilio, in ambulatorio, nelle forme organizzate o nei centri”. L’importanza di questo nuovo step è evidenziato dal primo cittadino, anche perché l’hub “servirà non solo la comunità locale ma anche il Mandamento e la Bassa Friulana. Per questa settimana sarà aperto tutti i giorni fino a sabato, e dalla prossima settimana ci saranno molte altre date di apertura. Un plauso alla Protezione civile e a una decina di volontari, che hanno aderito spontaneamente. Altre hanno già fatto richiesta”.

Presente alla mattinata anche il consigliere regionale Antonio Calligaris (Lega): "L'inaugurazione - ha scritto in una nota - costituisce un'ottima notizia per il territorio mandamentale della Sinistra Isonzo e rappresenta un altro esempio dell'impegno profuso dalla Regione per garantire la prossimità dei centri di somministrazione ai cittadini. Oltre al centro di Monfalcone, questo ulteriore hub di vaccinazioni a disposizione dei comuni della Bisiacaria rappresenta un elemento importante della campagna per dare risposte alle nostre comunità. Non dobbiamo smettere di ringraziare, oltre al personale medico, gli innumerevoli volontari impegnati a Ronchi, e in tutta la Regione nell'arco di questi mesi, che si stanno mobilitando per rendere possibili le vaccinazioni".

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Video
Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione