Ordigno bellico a rischio chimico nel Torre, scatta l'allarme a Medea

l'intervento

Ordigno bellico a rischio chimico nel Torre, scatta l'allarme a Medea

Di Redazione • Pubblicato il 22 Giu 2022
Copertina per Ordigno bellico a rischio chimico nel Torre, scatta l'allarme a Medea

Gli operatori intervenuti sul Torre, predisposte tutte le misure di sicurezza.

Condividi
Tempo di lettura

Nella mattinata di oggi, 22 giugno, il Nucleo regionale Nbcr (Nucleare biologico chimico radiologico) di Trieste, congiuntamente al Nucleo provinciale e un’autobotte del comando di Gorizia, hanno svolto un servizio di assistenza tecnica per la bonifica di un ordigno bellico. Questo presentava un presunto caricamento speciale, richiedendo l'intervento del personale del III reggimento Genio guastatori dell’Esercito.

Il tutto si è svolto nell’alveo del torrente Torre a Medea. I vigili del fuoco hanno predisposto la strumentazione, uomini e mezzi in caso si fosse reso necessario prestare soccorso al personale impegnato nelle operazioni di bonifica. Hanno anche approntato le linee di decontaminazione per gli operatori nel caso l’ordigno fosse stato caricato con sostanze chimiche nocive.

Tutte le operazioni alle quali hanno assistito anche personale della Prefettura di Gorizia, dell’Arma dei carabinieri e, vista la vicinanza del sito di brillamento all’aeroporto Trieste Airport, personale Enav (Ente nazionale assistenza volo) ed Enac (Ente nazionale aviazione civile), si sono svolte in completa sicurezza. Si è potuto verificare che l’ordigno brillato non conteneva sostanze chimiche o tossiche.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione