La nuova vita della Pasubio, come si trasformerà l'ex caserma di Cervignano

l'evento

La nuova vita della Pasubio, come si trasformerà l'ex caserma di Cervignano

Di Redazione • Pubblicato il 24 Nov 2021
Copertina per La nuova vita della Pasubio, come si trasformerà l'ex caserma di Cervignano

Mattinata dedicata al progetto, spesa prevista di 16 milioni di euro. I servizi da realizzare.

Condividi
Tempo di lettura

L'ex caserma Monte Pasubio di Cervignano sarà completamente trasformata, grazie a un ampio progetto di riqualificazione. Il progetto, dal valore di 16 milioni di euro, sarà sostenuto dall'amministrazione comunale, nel ruolo di capofila, con il sostegno del Ministero della ricerca e dell’Inail. L'obiettivo è realizzare in quest'area di 12 ettari una scuola innovativa, la nuova sede del distretto sanitario e un centro natatorio con piscina mandamentale. Un'opera ambiziosa che sarà illustata alla cittadinanza sabato 4 dicembre, dalle ore 9.30 alle 11.45 nel Teatro Pasolini in un evento pubblico.

Interverranno i principali protagonisti della trasformazione, accompagnati da presentazioni visuali. Moderatrice dell’incontro aperto al pubblico sarà Elisa Michellut, firma del Messaggero Veneto. Lo stesso sindaco Gianluigi Savino ha spiegato che verrà realizzata "una città dentro la città", con un progetto avviato ormai una ventina di anni fa, dopo che il ministero della Difesa donò al Comune l’area della ex caserma, in degrado. “Tre sono state le fasi in cui si è articolato – aggiunge -: bonifica dell’area, definizione della destinazione d’uso, scegliendo tra abitativa o area di servizi, reperimento delle risorse economiche”.

Allo stato attuale, saranno impegnati circa 16 milioni: 5 più ulteriori 1,6 milioni dal Miur per la scuola, grazie a un concorso nazionale vinto. Ci saranno poi 4 milioni per il Distretto sanitario e 6 milioni per la piscina mandamentale. Saranno inoltre, realizzate alcune infrastrutture che permetteranno il facile raggiungimento della zona come una rotonda di accesso e, accanto alla stazione ferroviaria, la realizzazione di quella delle corriere, distanti circa 500 metri. “L’area che sarà al centro della cittadina – sottolinea il sindaco – diventerà quindi un parco con servizi, a ridosso del già esistente polo sportivo, e non prevede la circolazione di auto al suo interno".

Spazio poi all'aggiunta e valorizzazione del verde. "L’area intorno - ancora Savino - acquisterà più valore di mercato (si parla di un +30%), si creeranno nuove associazioni, imprese e nuovi posti di lavoro”. Infine la “scuola innovativa”, che diventerà una sede dell’Itis Malignani: “Lo studio che ha presentato il piano per la scuola su nostra commissione – conclude il primo cittadono – redatto dall'architetto Segantini di C+S Architects, con l'ingegnere Asquini, hanno conseguito un premio per questo progetto”. Gli stessi saliranno sul palco per illustrare il proprio progetto al pubblico in sala.

L'evento di presentazione del progetto, organizzato dal Comune in collaborazione con il Collegio dei geometri e dei geometri laureati della provincia di Udine, vale anche per acquisire crediti di formazione professionale per gli architetti e gli iscritti allo stesso. Necessaria l'iscrizione. L'accesso all'incontro è su prenotazione online, informazioni al numero 393 838 0070 (da lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 17). Green pass obbligatorio, e nel rispetto dei protocolli Covid, la capienza del teatro è limitata a 180 posti.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione