I nodi sul futuro della pallavolo di Moraro, rischio per 40 atlete

l'incontro

I nodi sul futuro della pallavolo di Moraro, rischio per 40 atlete

Di Timothy Dissegna • Pubblicato il 11 Giu 2022
Copertina per I nodi sul futuro della pallavolo di Moraro, rischio per 40 atlete

Ancora nessuna soluzione, il presidente Togut preme per trovare un sostituto entro luglio.

Condividi
Tempo di lettura

Una soluzione per il futuro della squadra di pallavolo di Moraro ancora non c’è. Questa mattina, la società ha tenuto un incontro pubblico in palestra per mettere in chiaro le difficoltà gestionali della propria realtà, con il presidente Nikola Togut che ha evidenziato la volontà di non ricandidarsi e cercare nuove figure che possano inserirsi alla guida società. “Io sono disponibile per dare una mano - spiega - ma non come presidente”, con il mandato che scadrà il 30 giugno dopo 4 anni alla guida e diversi appelli di aiuto.

“L’incontro di oggi - ancora Togut, entrato nella 12 anni fa come dirigente - è servito per dichiarare in modo ancora più aperto le difficoltà a tenere aperta l’associazione. Mancano persone”. Attualmente, sono una cinquantina i componenti della squadra, tra atleti - oltre una quarantina di ragazze - e dirigenti. A livello sportivo, le formazioni messe in campo sono quelle del micro e mini volley, le under e la prima divisione, nonché gli amatori. All’incontro, era presente anche una rappresentanza del Comune.

In particolare, c’era il vicesindaco Mauro Battistin e i consiglieri di opposizione Alberto Pelos (Essere paese) e Adriano Colugnat (Par Morar). Proprio verso la politica, il presidente non ha nascosto una certa amarezza: “Erano state fatte delle promesse nell’ultima campagna elettorale, ma ad oggi non si vede nessuna differenza”. In palestra sono venuti anche rappresenti delle altre realtà sportive locali, ascoltando le ragioni del dirigente per provare a trovare una soluzione condivisa. Prima che vengano prese decisioni drastiche.

“Mi aspettavo anche qualche giovane - rimarca Togut - ma non ho avuto feedback. È importante che qualcuno ci dia una mano concretamente”. In tutto, erano una ventina le persone ritrovatesi, con la speranza che non arrivi la parola fine anche per questa realtà sportiva nata nel 1986, tra i cui fondatori c’erano i genitori dell’attuale sindaco Lorenzo Donda, lui stesso parte attiva al suo interno. Atteso l’attesa è per il rinnovo delle cariche, quando si capirà effettivamente se la piccola società sportiva riuscirà a sopravvivere o meno.

Foto di archivio (San Sergio Volley Al petes)

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione