Il Museo archeologico dei bambini cambia casa, nuovo progetto a San Pier d'Isonzo
GO! 2025
Mancano
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Il Museo archeologico dei bambini cambia casa, nuovo progetto a San Pier d'Isonzo

Il finanziamento

Il Museo archeologico dei bambini cambia casa, nuovo progetto a San Pier d'Isonzo

Di Ivan Bianchi • Pubblicato il 05 Gen 2023
Copertina per Il Museo archeologico dei bambini cambia casa, nuovo progetto a San Pier d'Isonzo

250mila euro saranno stanziati per realizzare l'opera. Anche teche sostenibili e realtà virtuale.

Condividi
Tempo di lettura

Si rinnoverà e si sposterà all’interno del plesso scolastico della scuola Giacomo Venezian il Museo archeologico dei Bambini di San Pier d’Isonzo. Il tutto, nel 2023, grazie a un finanziamento ricevuto dal Comune tramite un apposito bando della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia. Si tratta di ben 250mila euro messi a disposizione per gli enti locali relativo ad interventi finalizzati alla manutenzione straordinaria, al restauro e risanamento conservativo, all'ampliamento, alla ristrutturazione edilizia, al rinnovo di allestimenti e all’acquisto di attrezzature relativi a Musei di proprietà comunale.

Il Comune di San Pier d’Isonzo ha ottenuto un ottimo risultato posizionandosi al settimo posto nell’elenco delle domande pervenute e pertanto sarà finanziato per il totale della spesa sostenuta. Con questo finanziamento, oltre alle opere di riqualificazione a ampliamento degli ambienti saranno acquistati i nuovi allestimenti. Di fatto si tratterà di un prolungamento dell’edificio esistente e si troverà a lato della scuola di ceramica dedicata a Germano Masetti e unico esempio di tale scuola comunale a livello regionale.

Tornando al museo, le nuove teche avranno la particolarità di essere sostenibili in quanto costruite con cartone ondulato e, inoltre, l’esperienza museale sarà resa particolare e speciale dalle dotazioni tecnologiche contraddistinte dall’acquisto di stampanti 3D, che consentiranno anche la stampa con l’argilla, e visori per la ricostruzione virtuale in 3D.

“Il museo offrirà, quindi, la possibilità di creare non solo emozionanti laboratori per bambini e ragazzi, ma anche esperienze didattiche su misura per tutti”, raccontano dall’amministrazione comunale.  

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) la redazione de Il Goriziano è contattabile al +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione