«Non si può morire di scuola-lavoro», protesta dei ragazzi a Gorizia

fuori scuola

«Non si può morire di scuola-lavoro», protesta dei ragazzi a Gorizia

Di Redazione • Pubblicato il 21 Set 2022
Copertina per «Non si può morire di scuola-lavoro», protesta dei ragazzi a Gorizia

Gli striscioni fuori scuola, dopo la morte di un giovane a Portogruaro.

Condividi
Tempo di lettura

I ragazzi sono scesi in strada per protestare contro l'alternanza scuola-lavoro. Anche a Gorizia, il Fronte della gioventù comunista si è mobilitato dopo che il 16 settembre, a Portogruaro, è morto Giuliano De Seta, studente diciottenne dell’istituto tecnico Leonardo Da Vinci mentre svolgeva un progetto in una fabbrica vicino a Venezia. La tragedia si è consumata ad una settimana dalla fine del Pcto, quando a Giuliano è caduta addosso una lastra d'acciaio.

È il terzo studente a morire lavorando gratuitamente nel 2022, dopo Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci. Gli studenti si sono mobilitati nelle piazze "per denunciare lo sfruttamento gratuito - attaccano in una nota - e la mancanza di sicurezza. Il governo ha giustificato le morti di questi due ragazzi come un sacrificio necessario per la ripresa del Paese e ha represso duramente le piazze studentesche. Non si tratta di una fatalità. I ragazzi vengono gettati a lavorare senza tutele né salario in luoghi dove in media muoiono 3 lavoratori al giorno?"

"Da una parte - prosegue la nota - i padroni in nome del proprio profitto ci condannano a lavorare senza alcuna sicurezza e impongono che l’istruzione pubblica risponda ai loro interessi. Dall’altra i governi e tutti i partiti politici che portano avanti gli interessi di pochi sfruttatori a scapito dei giovani delle classi popolari e dei lavoratori tutti. Rilanciamo l’invito a una mobilitazione nazionale studentesca, perché il nome di questi ragazzi non venga dimenticato, per fermare questa strage silenziosa".

I ragazzi hano quindi esposto striscioni fuori da alcune sedi scolastiche cittadine, in particolare all'esterno del liceo artistico Sello in via Vittorio Veneto e dei licei Slataper, in via Diaz.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione