Lavabi senza acqua calda e sporcizia, sospeso negozio a Monfalcone

La situazione

Lavabi senza acqua calda e sporcizia, sospeso negozio a Monfalcone

Di I.B. • Pubblicato il 23 Set 2022
Copertina per Lavabi senza acqua calda e sporcizia, sospeso negozio a Monfalcone

Un controllo della Polizia locale ha fatto emergere alcune irregolarità. Multa da mille euro e chiusura del locale.

Condividi
Tempo di lettura

Prosegue l'attività della Polizia Locale di Monfalcone svolta in collaborazione con l'Azienda Sanitaria per la tutela dei consumatori e della leale concorrenza tra imprese. Nell’ambito di un controllo congiunto eseguito con l’ausilio del personale del Dipartimento di Prevenzione della Sezione Igiene degli Alimenti. In un negozio di generi alimentari in gestione ad un cittadino di nazionalità bengalese, gli agenti hanno accertato la presenza di due lavabi destinati alla manipolazione degli alimenti sprovvisti di acqua corrente calda in quanto non presente alcun impianto per la produzione della stessa.

Dall’ispezione dei locali, il retrobottega è risultato in condizioni di pulizia insufficienti e ingombrato da attrezzature da lavoro accatastate. Inoltre l’esercente - titolare dell’attività commerciale al dettaglio alimenti non deperibili, deperibili, ortofrutticoli, carni e prodotti della pesca congelati - utilizzava abitualmente contenitori e sacchetti non idonei per il contenimento degli alimenti sfusi.

L’attività commerciale è stata sospesa fino al ripristino dei requisiti previsti e al titolare è stata irrogata una sanzione di mille euro. 

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione