Monfalcone, giornata di lavoro per contenere i danni da maltempo

La pioggia

Monfalcone, giornata di lavoro per contenere i danni da maltempo

Di I.B. • Pubblicato il 09 Set 2022
Copertina per Monfalcone, giornata di lavoro per contenere i danni da maltempo

Ci sono stati anche fenomeni di allagamento per otturazione superficiale delle bocche e delle griglie delle caditoie stradali a causa di foglie trasportate dall’acqua stessa.

Condividi
Tempo di lettura

La Polizia Locale, la squadra manutenzioni e la Protezione civile del Comune di Monfalcone sono state impegnate nella gestione delle intense piogge straordinarie, per intensità e per durata, che, nelle giornate di ieri e di oggi, hanno colpito in particolare alcune zone della città e dei comuni limitrofi.

Grazie al servizio di pulizia delle caditoie di raccolta e smaltimento dell’acqua piovana che viene costantemente programmato ed effettuato dalla squadra manutenzioni, è stato possibile limitare i disagi causati all’eccezionale afflusso di pioggia che, come indicato dall’ARPA in una nota, ha fatto rientrare alcune aree del mandamento monfalconese in zona rossa.

La perturbazione anomala e intensa è arrivata in concomitanza con il picco molto importante di alta marea, registrando un aumento di 90 centimetri di acqua, che ha determinato, dopo mesi di siccità, una iniziale impermeabilità degli strati superficiali del terreno delle aree verdi della città. Grandi quantità di acqua, quindi, sono dilavate verso le caditoie stradali e confluite nelle tubazioni fognarie.

Il sistema di scarico delle fognature si è inizialmente saturato, provocando fenomeni di rifiuto e poi di rilento smaltimento, ed è ritornato regolare dopo circa un paio di ore, anche a causa all’abbassamento della marea. Gli effetti della saturazione del sistema fognario si sono visti nei rioni di Panzano, Aris, Marina Julia e in altre vie dove i livelli d’acqua sulla strada sono stati eccezionali.

Per garantire la sicurezza dei pedoni e per evitare che il passaggio degli autoveicoli provocasse l’ingresso di acqua negli esercizi commerciali siti a pian terreno, è stata disposta, per alcune ore, la chiusura al traffico delle vie Valentinis, Aquileia, Boccaccio, Boito e dei Tavoloni, che risultavano maggiormente interessate da un forte concentramento di acqua nelle strade. La viabilità è stata comunque gestita e rapidamente ripristinata dalla Polizia Locale.

Ci sono stati anche fenomeni di allagamento per otturazione superficiale delle bocche e delle griglie delle caditoie stradali a causa di foglie trasportate dall’acqua stessa, risolti tempestivamente nei punti critici dagli operai comunali.

Considerando che la manutenzione di alcune strade ricadenti nel comune di Monfalcone è affidata a soggetti terzi, il sindaco Anna Maria Cisint, ha provveduto ad inviare una lettera al Consorzio per lo Sviluppo Economico della Venezia Giulia per sollecitare un immediato intervento in quanto ente competente per la pulizia e manutenzione di via dei Bagni, che ieri risultava allagata. Inoltre, la squadra dei manutentori del Comune di Monfalcone è intervenuta in supporto dei colleghi del Comune di Staranzano negli interventi di taglio di alberi che si sono resi necessari lungo il Canale del Brancolo.

“Dopo mesi di siccità, abbiamo dovuto fronteggiare un’eccezionale ondata di maltempo, che ha provocato allagamenti in alcune zona della città. Con l’intervento degli operai, della Protezione civile e della Polizia Locale, che ringrazio per il grande lavoro svolto, i disagi per i cittadini sono stati limitati. Cosa che invece non è avvenuta in alcuni Comuni a noi vicini”, sottolinea il sindaco, Anna Cisint.

“Questo è stato possibile perché abbiamo investito nella prevenzione. Infatti, nelle scorse settimane la squadra operai ha provveduto ad eseguire la pulizia, in via precauzionale, delle caditoie nei punti più critici. Allo scopo proprio di prevenire ed evitare l’intasamento delle tubazioni, la pulizia sistematica delle caditoie della città sarà intensificata progressivamente, anche avvalendoci di una ditta esterna, a partire dall’intensificarsi della caduta delle foglie”, prosegue Cisint.

“Nonostante le forti piogge, non si sono verificati danni agli alberi delle aree pubbliche. Nei mesi scorsi, proprio per evitare rotture di rami e danni in caso di eventi atmosferici violenti, sono stati completati interventi importanti di potature su alberature pubbliche per un importo di 38mila euro. Le nostre squadre continueranno a presidiare il territorio fino a quando perdurerà l’allerta meteo”, conclude Cisint.  

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione