Maratone in bici e a piedi, Gorizia attraversata da centinaia di atleti

il weekend

Maratone in bici e a piedi, Gorizia attraversata da centinaia di atleti

Di Timothy Dissegna • Pubblicato il 09 Mag 2022
Copertina per Maratone in bici e a piedi, Gorizia attraversata da centinaia di atleti

Le sfide dell'Isonzo marathon bike e Vipava ultra trail. La gara con centinaia di atleti.

Condividi
Tempo di lettura

Ben 43 chilometri di percorso, con un dislivello di mille metri, dal centro di Gorizia alle zone limitrofe. Ieri mattina, un centinaio di ciclisti si è dato appuntamento in piazza Cesare Battisti per la terza edizione dell’Isonzo Marathon Bike, organizzata dall’Asd Bike&Run. Una corsa che ha messo gli amanti dei pedali davanti alle sfide dello sterrato, lasciando la città per arrivare fino a Lucinico e quindi sul monte Calvario, seppur il tracciato sia stato ridotto all’ultimo a causa del maltempo dei giorni precedenti ed evitare pericoli eccessivi per i partecipanti.

“All’inizio avevo 150 iscritti - spiega il presidente del sodalizio, Paolo Marega - ma a causa del meteo sono partiti un centinaio. Il giorno prima ha piovuto molto e ha condizionato il percorso, dovendo così togliere l’ultima discesa”. In ogni caso, i ciclisti non si sono risparmiati, sfidando le salite di Oslavia, Lenzuolo Bianco e altre località oltre Isonzo. Si rinnova così l’appuntamento con una gara che fa parte del circuito triveneto Mtb, con il triestino Mitja Bole che ha tagliato per primo il traguardo, seguito da Ruben Del Negro (secondo) e Mitja Cerne (terzo).

Per le donne, a guidare la classifica è stata Monica Corbanese. Diversi gli atleti arrivati da fuori regione e anche dall’estero, con il più lontano che è stato Roland Mayer dall’Austria. Bole ha chiuso la gara con il tempo di 1h 52’, partendo insieme al resto del gruppo alle 9.30. La maratona a pedali non è stata però l’unica competizione che ha visto protagonista Gorizia, con parte del centro e il suo confine inseriti nella ben più ampia Ultra trail Vipava Valley, svoltasi tra venerdì notte e domenica mattina da Aidussina a Vipava con il percorso Emperor da 170 chilometri.

Una gara da “Iron man” dalla durata massima di 46 ore, collocata nei luoghi che ha fatto da sfondo alla battaglia del Frigido del settembre 394, tra gli eserciti dell'imperatore romano d'Oriente Teodosio I e quello d'Occidente, Flavio Eugenio. Un rimando storico che si è unito alla bellezza del paesaggio, spaziando tra Carso e Collio nonché la stessa Valle slovena che ha richiamato centinaia di appassionati. A Gorizia, i corridori sono passati dal valico di via del San Gabriele, raggiungendo piazza Vittoria, salendo in castello e quindi tornando in Slovenia da via della Cappella.

Il primo a tagliare il traguardo è stato lo sloveno Anže Sobočan, dopo 22h 11’ di corsa non stop, seguito dal connazionale Niko Golob (23h 57’) e dall’olandese Rick Janssen (24h 49’). Il primo italiano in graduatoria è Enrico De Marco, quinto con 28 ore e 41’. La sfida, giunta alla settima edizione, ha visto i podisti raggiungere anche il Monte Santo a Nova Gorica, scendendo quindi più a sud.

Nella foto, da sinistra a destra: due ciclisti a Gorizia e l'arrivo a Vipava dell'Ultra trail.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Comunicazione elettorale a pagamento

  • Elezioni Comunali 2022 -
  • Elezioni Comunali 2022 - Committente: LAURA FASIOLOCommittente: LAURA FASIOLO
  • Elezioni Comunali 2022 - Committente: FRATELLI D’ITALIA - ALLEANZA NAZIONALE FVGCommittente: FRATELLI D’ITALIA - ALLEANZA NAZIONALE FVG
Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione