Laboratori per i tamponi a portata di click, quattro studenti di Gorizia dietro al progetto

Il progetto

Laboratori per i tamponi a portata di click, quattro studenti di Gorizia dietro al progetto

Di Timothy Dissegna • Pubblicato il 18 Nov 2020
Copertina per Laboratori per i tamponi a portata di click, quattro studenti di Gorizia dietro al progetto

Quattro studenti universitari hanno creato la prima piattaforma per cercare laboratori per i test covid in tutta Italia

Condividi
Tempo di lettura

Da diversi mesi, ormai, molte persone hanno l’esigenza o semplicemente la volontà di sottoporsi a tampone per verificare di essere positivi o meno al Covid. Molto spesso, però, trovare una struttura disponibile a poca distanza da casa può risultare un rebus, poiché non esiste un elenco unico dei laboratori convenzionati. Anzi, non esisteva: da qualche settimana, infatti, è partito il progetto “Dove fare il tampone”, grazie al lavoro di quattro giovani studenti di Gorizia, che hanno avuto l’idea di creare una piattaforma che permetta di trovare facilmente questi servizi.

“Io studio Managment alla Bocconi a Milano - ci spiega uno dei creatori, il 22enne Alek Devetak - e quando volevo tornare a Gorizia, ho iniziato a cercare un posto dove sottopormi al test, ma la ricerca è stata abbastanza complessa. Da lì è nata l’idea di un portale con le varie indicazioni dei diversi laboratori e, tornato in città, ne ho parlato con tre miei amici, ex compagni di scuola all’Iti in lingua slovena ‘Jurij Vega’”. Essendo tutti loro provenienti dal corso d’Informatica, è stato spontaneo pensare immediatamente alla creazione di un sito web specializzato, iniziando a programmare codici per due settimane intere.

Oltre a Devetak, il gruppo è formato da Guglielmo Frati (Ingegneria informatica al Politecnico di Milano), Manuel Lupoli (Internet of Things, Big Data, Machine Learning all’Università di Udine) e Daniel Peteani (Scienze e tecnologie multimediali, sempre a Udine). Il progetto ha avuto così tanto successo che le aspettative iniziali sono state ampiamente superate: “Ad oggi abbiamo inserito oltre 500 laboratori, nei giorni scorsi siamo apparsi anche sull’inserto Innovazione del Corriere della Sera e il traffico è notevolmente aumentato, con più di 5mila persone che hanno utilizzato il nostro servizio”. Numeri non indifferenti che stanno facendo lievitare inevitabilmente i costi.

Per ora, infatti, tutte le spese sono a carico del gruppo, che ha deciso di investire in questa novità. Il servizio, infatti, è completamente gratuito e rappresenta un unicum perfino a livello europeo: “Mi hanno contattato molti amici dall’estero - prosegue Devetak -, facendomi i complimenti per il lavoro e spiegandomi che da loro una cosa del genere non esiste”. Il pubblico è in tutta Italia, così come i centri di ricerca inseriti, e ognuno di essi viene contattato telefonicamente dal team non appena riceve segnalazione, per verificarne la presenza, i dati e quindi aggiungerlo al database. Impossibile, per ora, aggiungere anche l’opzione per la prenotazione, poiché ogni struttura ha una sua procedura.

In ogni caso, si punta ad implementare i servizi della piattaforma: “Stiamo ricevendo tantissimi suggerimenti in questi giorni per capire come migliorare. Una delle prime proposte è quella di raggiungere anche i laboratori che fanno tamponi a domicilio e le fasce di prezzo. Sicuramente andremo avanti con lo sviluppo, con l’obiettivo che il tutto si autosostenga. Vogliamo migliorare il sito fino a quando non arriveremo a un prodotto definitivo e completo oppure, finalmente, la pandemia finirà”.


Prova il servizio cliccando sul link https://dovefareiltampone.it

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione