In mostra a Staranzano il racconto di Laureni e Guareschi sui Lager

Il 27 gennaio

In mostra a Staranzano il racconto di Laureni e Guareschi sui Lager

Di I.B. • Pubblicato il 23 Gen 2023
Copertina per In mostra a Staranzano il racconto di Laureni e Guareschi sui Lager

Il 28 gennaio le Lettere dal Coroneo e il 27 Apertamente entrerà al Bem per parlare della Shoah.

Condividi
Tempo di lettura

Il comune di Staranzano si appresta a ricordare la Giornata della Memoria con diverse attività organizzate dall’amministrazione comunale, assessorato alla cultura: grazie alla collaborazione con il comune di Trieste e Risiera di San Sabba – Monumento nazionale verrà allestita la mostra “Laureni: Segni dai Lager”, curata dal figlio, Umberto Laureni.

Laureni è stato un internato in diversi campi di sterminio come soldato italiano non collaborazionista. Della sua permanenza all’interno dei campi rimangono a testimonianza i suoi disegni commentati successivamente anche da Guareschi. La mostra è composta da più di quaranta pannelli, tra i quali saranno scelti e verranno esposti i più rappresentativi all’interno della Sala polifunzionale Delbianco, dove la mostra verrà inaugurata venerdì 27 gennaio 2023 alle 11.30. La mostra sarà visitabile con orari di Biblioteca fino al 12 febbraio, il lunedì e il venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, il martedì, mercoledì e giovedì dalle 15.30 alle 18.30, chiusa il sabato e la domenica.

Contestualmente, il giorno successivo, sabato 28 gennaio, alle 17, grazie alla collaborazione con il circolo Che Guevara di Trieste, all’Anpi, sezione di Staranzano, l’Aned, la Biblioteca Comunale, verrà data lettura delle “Lettere dal Coroneo” la testimonianza di un deportato ebreo triestino. Introdurrà Riccardo Devescov mentre Leandro Lucchetti condurrà il racconto/testimonianza con letture di Sergio Pancaldi. Parteciperanno Valentina Vit, autrice della tesi di laurea sulle lettere dal carcere di Vittorio Hering e Stefano Hering e Glauco Rigo che hanno ritrovato le lettere.

Con queste iniziative unite all’iniziativa curata dall’associazione Apertamente con il patrocinio del comune di Staranzano e realizzata presso l’Istituto BEM Brignoli Einaudi Marconi il 27 gennaio alle 18, “si intende commemorare la Giornata della Memoria nella sua 78 esima ricorrenza, riconosciuta dalla Repubblica Italiana come la data di abbattimento dei cancelli di Auschwitz”, racconta l’assessore alla cultura, Roberta Russi.

“Si vuole inoltre ricordare la Shoah, lo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali introdotte dal Fascismo, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, ma anche la deportazione dei cittadini italiani e dei soldati italiani non collaborazionisti, la prigionia, la morte di coloro che in campi e schieramenti diversi si sono opposti al progetto dello sterminio ed a rischio della propria vita, hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”, prosegue Russi.

Inoltre, “queste iniziative hanno l’intento di far riflettere le giovani generazioni e anche quelle meno giovani e soprattutto custodire e conservare, nel futuro dell'Italia, la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia del nostro Paese e dell’Europa, affinché simili eventi non possano mai più accadere”, conclude l’assessore. 

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) la redazione de Il Goriziano è contattabile al +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione