Gorizia3.0 chiede di rivedere il bidbook del 2025: c'è poca cultura friulana

l'appello

Gorizia3.0 chiede di rivedere il bidbook del 2025: c'è poca cultura friulana

Di Redazione • Pubblicato il 26 Lug 2021
Copertina per Gorizia3.0 chiede di rivedere il bidbook del 2025: c'è poca cultura friulana

Richiesto più rispetto e spazio in vista dell'appuntamento con la Capitale europea della cultura. Appello ai comuni dell'area.

Condividi
Tempo di lettura

È un appello al valorizzare più di quanto fatto l’anima del Friuli intesa come comunità storica e linguistica, quello lanciato dall’associazione Gorizia3.0 ai comuni aderenti al Patto del Collio e Gorizia. In un messaggio, firmato da Rossella Rosso (nella foto) - peraltro consigliera comunale nelle fila della civica Capriva3.0 -, si chiede quindi un’attenzione nel 2025 verso la “friulanità (affinché) possa trovare lo spazio adeguato ad un lungo percorso storico durante il quale la stessa è stata e lo è tuttora protagonista in campo culturale, consuetudinario, letterario e valoriale”.

L’invito - rivolto ai sindaci di Gorizia, Cormons, Capriva del Friuli, Dolegna del Collio, San Floriano del Collio, San Lorenzo Isontino, Mossa, Moraro, Mariano del Friuli, Medea e Farra d’Isonzo - è quello di coinvolgere anche quest’anima nella Capitale europea della cultura. Da qui, l’invito a rileggere il bidbook, ossia il libro delle diverse iniziative in programma, “per rendersi conto di come la cultura friulana stessa e la sua vicenda storica, che è intrecciata indissolubilmente al territorio del Goriziano ed a quello del Collio in particolare, vengano relegate ai margini dell’offerta culturale proposta”.

Per Dosso, le attività in calendario riguarderebbe solo “iniziative di carattere talmente poco significativo da imporre una presa di posizione doverosa per ristabilirne l’importanza, acconsentendo un congruo ed adeguato spazio di considerazione ad uno status culturale ed identitario - quello dell’appartenenza alla friulanità - che accomuna buona parte delle municipalità del Goriziano ed in specie quelle appartenente al Patto del Collio e che le iniziative che accompagnano l’avvenimento della Capitale europea della cultura 2025, sconsideratamente mortificano”.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione