La Gega di Lorenzo Baggioli va all'asta: aiuterà la ricerca contro i tumori da amianto

L'opera

La Gega di Lorenzo Baggioli va all'asta: aiuterà la ricerca contro i tumori da amianto

Di Ivan Bianchi • Pubblicato il 28 Ott 2022
Copertina per La Gega di Lorenzo Baggioli va all'asta: aiuterà la ricerca contro i tumori da amianto

Si parte da una base di 2.500. Per l'opera, in legno massello cipresso recuperato da Fossalon, si potranno presentare offerte fino al 18 novembre.

Condividi
Tempo di lettura

È ufficialmente all’asta la “Gega”, la creazione in legno massello cipresso dell’artista Lorenzo Baggioli. Una tavola che rappresenta una cerniera e che servirà per effettuare una donazione alla Lilt – Lega Isontina per un progetto di ricerca contro le malattie tumorali da amianto (sostenuto anche dall'Associazione Esposti Amianto di Monfalcone/Amianto Mai Più). La base d’asta è di 2.500 euro.

Una cerniera. In un tavolo. Sembra un po’ impossibile da pensare eppure dall’inventiva e dalla maestria dell’artista Baggioli di Turriaco è nata “La Gega” (Zipper), un’opera che in sé racchiude il messaggio di un periodo particolare di chiusure e aperture non solo per l’emergenza sanitaria ma anche dentro di sé e verso la società.

Baggioli, classe 1974 di Pieris ma residente da oltre un decennio nel Cuore della Bisiacaria, è sì artigiano ma anche manutentore e istruttore di kayak al Collegio del Mondo Unito di Duino.

Il legno principale usato per il tavolo proviene da alberi di cipresso abbattuti nel 2013 dalla piazza di Fossalon, per far spazio al nuovo layout della piazza, recentemente restaurata. “Questi alberi furono piantati con l’arrivo degli esuli dell’Istria nei primi anni ’50, come piante ornamentali per la cittadina”, racconta Baggioli. Si tratta di Cipresso per il tavolo principale, Palissandro per la cerniera ed Ebano per il logo. L’impregnatura, poi, con olio naturale.

Come detto, l’opera, visibile nell’atrio del comune di Turriaco, in Piazza Libertà 34, durante gli orari di apertura al pubblico degli uffici comunali, è ora all’asta, che sarà dichiarata valida anche in presenza di una sola offerta purché non inferiore al prezzo a base d’asta. Sono escluse le offerte in riduzione del prezzo a base d’asta. Non saranno ritenute valide le offerte condizionate o espresse in modo indeterminato o riferite ad altra offerta propria o di altri. Le offerte non dovranno recare, a pena di nullità, cancellazioni, aggiunte o correzioni salvo che non siano espressamente approvate con apposita postilla dall’offerente.

Chiunque sia interessato all’acquisto può partecipare presentando offerta entro le ore 12 del 18 novembre 2022. Per poter partecipare bisognerà consegnare al comune un plico contenente i tre allegati, disponibili sul sito dell’ente, con l’istanza di partecipazione, la dichiarazione sostitutiva e la proposta irrevocabile di acquisto. L’apertura delle buste per le offerte in aumento verrà effettuata in seduta pubblica il giorno 2 dicembre 2022 alle 12, nella Sala Regeni al piano terra del Comune di Turriaco.

"Aiutateci a diffondere questa iniziativa benefica", è l'appello che fa il sindaco Enrico Bullian. 

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione