La Galleria Spazzapan di Gradisca d'Isonzo amplia gli spazi e guarda anche al digitale

i lavori

La Galleria Spazzapan di Gradisca d'Isonzo amplia gli spazi e guarda anche al digitale

Di Redazione • Pubblicato il 22 Feb 2021
Copertina per La Galleria Spazzapan di Gradisca d'Isonzo amplia gli spazi e guarda anche al digitale

Dopo la ristrutturazione, la sala ospiterà esposizioni di arte contemporanea e d'avanguardia.

Condividi
Tempo di lettura

Procedono i lavori di riqualificazione della Galleria regionale d’arte contemporanea "Luigi Spazzapan" di Gradisca d’Isonzo, iniziati durante il periodo di chiusura forzata al pubblico. L’Ente regionale per il patrimonio culturale (Erpac) del Friuli Venezia Giulia, che gestisce la Galleria assieme al Comune di Gradisca d’Isonzo e alla Fondazione Cassa di risparmio di Gorizia, ha deciso di riconvertire a fini espositivi una sala del piano terra in genere utilizzata per presentazioni, incontri e conferenze.

Ristrutturata e ridipinta, la sala è stata dotata di un nuovo impianto illuminotecnico e attrezzata con supporti tecnologici di ultima generazione e con strutture modulari espositive che la rendono facilmente trasformabile per accogliere, all’occorrenza, mostre oppure incontri, laboratori o eventi culturali. È stata inoltre adeguata per rispondere alle diverse esigenze legate al digitale, che questo periodo di crisi ha fatto emergere, per cui potrà anche fungere da scenografia per dirette streaming, tour virtuali, videoconferenze e focus su eventi e progetti speciali.

In questi giorni, la sala sta ospitando come primo allestimento la collezione di sculture legate alla Galleria. Si tratta di opere di autori di diversa generazione, formazione e poetica, da Luigi Spazzapan a Ugo Carà, da Pino Mucchiut a Luciano Ceschia, da Bruno Chersicla a Giorgio Valvassori. Troveranno spazio le manifestazioni espositive, tendenzialmente collegate all’arte contemporanea e alla ricerca d’avanguardia degli anni Venti e Settanta che si svilupperanno al secondo livello, e quelle dedicate alla valorizzazione delle collezioni di opere di Luigi Spazzapan, esposte a rotazione al primo livello.

Il riallestimento della sala rientra nel programma generale della Galleria per il 2021 ed evidenzierà, tra gli altri, le donazioni che si stanno via via perfezionando. Ma anche realtà del territorio collegate al mondo della progettualità, in settori quali il design o la grafica piuttosto che l'importante materiale d'archivio che il museo conserva.

Il 2021 sarà infatti l’anno in cui si proseguirà nell’approfondita ricognizione sui diversi aspetti che costituiscono l’identità della Galleria, attualmente oggetto di una catalogazione scientifica complessiva. Veri e propri settori di ricerca specifici, che verranno di volta in volta evidenziati in questo nuovo spazio che fungerà da connettore tra tutti i campi di attività dell’istituzione museale. Si ricorda, infine, che la Galleria Spazzapan è aperta secondo Dpcm dal mercoledì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione