Pannofino fa bis al Bonezzi, la commedia surreale Chi è io? a Monfalcone

Pannofino fa bis al Bonezzi, la commedia surreale Chi è io? a Monfalcone

STASERA

Pannofino fa bis al Bonezzi, la commedia surreale Chi è io? a Monfalcone

Di Francesca Rachele Galioto • Pubblicato il 17 Mar 2024
Copertina per Pannofino fa bis al Bonezzi, la commedia surreale Chi è io? a Monfalcone

Il celebre attore e doppiatore ritorna sul palco del Bonezzi. La storia si apre con Leo Mayer, interpretato da Francesco Pannofino, che si trova in un vortice di realtà e fantasia.

Condividi
Tempo di lettura

Stasera, domenica 17 marzo alle 20.45, Monfalcone ospiterà sul palcoscenico del Teatro Comunale Marlena Bonezzi  la replica dello spettacolo "Chi è io?". Francesco Pannofino, celebre attore e doppiatore italiano, sarà il protagonista indiscusso di uno spettacolo coinvolgente già applaudito dal pubblico nella serata di ieri, presenta una trama intricata e suggestiva. La storia si apre con Leo Mayer, interpretato da Francesco Pannofino, che si trova in un vortice di realtà e fantasia dopo essersi gettato in mare per salvare una persona. Da un lato, si ritrova nel mondo del talk show "Chi è io?", dall'altro, nella sua vita professionale come terapeuta, alle prese con i suoi pazienti.

Durante la rappresentazione, il pubblico si troverà immerso in un viaggio emotivo attraverso le vite e i conflitti interiori dei personaggi. Le ambientazioni, che cambiano in base ai pazienti di Leo Mayer, aggiungono un elemento visivo intrigante e simbolico alla narrazione. Durante lo spettacolo notiamo proprio come Leo Mayer acquisti sempre più consapevolezza di ciò che sta accadendo dentro di lui per rendersi conto di quello che sta accadendo, contesto nel quale il pubblico si immerge completamente.

Le citazioni significative, come "La vita sia un lungo addio da noi stessi" e "Il dolore ce lo procuriamo da soli, nell’ambiente in cui viviamo, nella società in cui viviamo", offrono spunti di riflessione profonda sul significato della vita e su come viviamo la nostra vita.
Temi importanti come la gratitudine e la morte vengono affrontati in questo spettacolo, offrendo al pubblico una scelta: vivere appieno la nostra vita o rendersi conto dell’importanza di essa solo quando è troppo tardi.

La performance di Francesco Pannofino è straordinaria, capace di guidare il pubblico attraverso un labirinto di emozioni con maestria e sensibilità per arrivare poi alla consapevolezza di apprezzare pienamente la vita e le relazioni umane, comprendendo l'importanza di vivere ogni istante con gratitudine e riconoscenza.
Quello di stasera, sarà un viaggio teatrale che lascerà gli spettatori senza fiato, arricchendoli di riflessioni profonde e stimolanti.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) la redazione de Il Goriziano è contattabile al +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione