Flavia Moimas confermata presidente del Sistema bibliotecario BiblioGO!

L'elezione

Flavia Moimas confermata presidente del Sistema bibliotecario BiblioGO!

Di I.B. • Pubblicato il 24 Nov 2022
Copertina per Flavia Moimas confermata presidente del Sistema bibliotecario BiblioGO!

Nell'occasione è stato anche varato il programma di attività per il 2023 e la Carta dei servizi del Sistema.

Condividi
Tempo di lettura

Flavia Moimas è stata riconfermata all’unanimità presidente del Sistema bibliotecario BiglioGO!, che gestisce la rete di tutte le biblioteche comunali dell'Isontino e di cui fanno parte anche quella di Duino Aurisina e l'archivio del Consorzio di bonifica della Venezia Giulia. A proporre il proseguimento dell’incarico è stato il Comune di Monfalcone, sottolineando le competenze tecniche, l’attenzione e la sensibilità di Moimas, vicesindaco di San Canzian d’Isonzo, che, laureata in Lettere all'Università di Trieste, conseguendo poi il diploma in Archivistica, Paleografia e Diplomatica, nel 2016 ha concluso l'attività nel Comune di Grado come dirigente a tempo determinato dell'Area speciale per lo sviluppo turistico, quindi della programmazione e gestione delle attività culturali. Moimas era subentrata a fine 2019, per voto unanime, a Mauro Piani, rimasto nel Cda del Consorzio Culturale del Monfalconese, in cui BiblioGO! si incardina. “La strada da seguire è quella della competenza e della capacità di far squadra per offrire ai cittadini la migliore opportunità possibile”, spiega il sindaco di Monfalcone Anna Cisint. “Nel triennio 2020-2022 Flavia Moimas è stata valido sostegno all’attività del CCM, interagendo strettamente con la struttura tecnica e supportando il Consiglio di amministrazione nella relazione con gli enti”, afferma da parte sua il presidente del Consorzio Davide Iannis, ringraziando Moimas per la competenza e la passione. Iannis si dice “felice della riconferma e che la proposta sia arrivata dal Comune di Monfalcone e sia stata accolta all’unanimità: un ulteriore segnale di unità per il CCM in cui si incardinano il Sistema bibliotecario e l’attività di Servizio civile universale, rispetto al quale si dovrà fare rete per sostenere la richiesta al Governo nazionale di un adeguamento del riconoscimento economico spettante ai volontari”. Flavia Moimas da parte sua si dice “grata della riconferma ai colleghi amministratori con i quali ho lavorato in grande sintonia in un periodo particolarmente complesso per la cultura”. “Unanime è il riconoscimento del ruolo delle nostre biblioteche anche come luoghi di prossimità che garantiscono risposte ai bisogni della popolazione di tutte le età”, aggiunge Moimas. La conferenza degli amministratori degli enti aderenti ha, inoltre, confermato all’unanimità nel ruolo di coordinatrice del Sistema Miriam Scarabò, esperta e storica funzionaria del CCM.

L’assemblea degli enti partecipanti al Sistema martedì ha varato anche il programma aggiornato delle attività previste per il 2023, secondo quanto proposto e condiviso dalla Commissione tecnica del Sistema BiblioGO!, confermando innanzitutto la volontà di “comunicare il Sistema” e il lavoro dei bibliotecari. Avrà quindi luogo a maggio la seconda edizione della Settimana del Sistema bibliotecario “Libri come fiori”. Il tema scelto per il 2023 è il gioco in biblioteca, per bimbi e adulti, coinvolgendo i ragazzi di Servizio civile per dare una maggiore visibilità alle biblioteche del territorio, portando in piazza momenti di intrattenimento e conoscenza legati ai giochi da tavolo, che coinvolga tutte le strutture di BiblioGO! Sono previsti momenti di formazione per operatori bibliotecari e volontari. Collateralmente si procederà all’elaborazione di un progetto di promozione del Sistema attraverso i canali social, stampa, realizzazione pagine eventi, tutorial per ricerche in catalogo. Di pari passo proseguirà il consolidamento del format “Un libro da consigliare” in collegamento con il Festival letterario Monfalcone Geografie. Aumenteranno i presìdi di BILL, la Biblioteca della Legalità: ai già confermati Cormòns, Monfalcone (Isis Pertini), Ronchi dei Legionari, Sagrado, Pieris/San Canzian d’Isonzo, Staranzano si affiancheranno, completando l’iter previsto, Fogliano Redipuglia, Grado, San Pier d’Isonzo, Turriaco e Villesse. Verranno utilizzate le bibliografie IBBY per le diverse attività di promozione alla lettura e di educazione alla cittadinanza con la promozione di BILL Biblioteca della legalità e dei percorsi sulla legalità. Il Sistema parteciperà alle attività del piano triennale regionale di promozione della lettura Leggiamo 0-18, coordinate peraltro proprio dal CCM, destinatario dei fondi stanziati ad hoc dalla Regione, ed effettuerà azioni per sostenere quella tra gli adulti. Tra gli obiettivi ci sono, però, anche quelli di riprendere appieno i rapporti con la scuola, rimodulando il rapporto con gli istituti scolastici del territorio, e di sostenere l’alfabetizzazione informatica e di uso dei nuovi media da parte degli utenti.

Nel 2023 si prevede poi di potenziare gli investimenti per l’uso della piattaforma MLOL che consente il prestito digitale gratuito di e-book e periodici, ma anche di regolamentare i nuovi servizi nati in seguito alla pandemia (prestito a domicilio, libri per asporto, reference a distanza, gestione dei rapporti con le associazioni di volontariato e del terzo settore e degli operatori del Servizio civile). Per quel che riguarda la gestione delle collezioni si punta al completamento delle definizioni e delle procedure comuni per acquisizioni, deposito, donazioni, scarto. Sono inseriti nel programma anche momenti di aggiornamento-formazione professionale dedicati a bibliotecari e insegnanti, anche utilizzando le piattaforme on line.

L’assemblea ha approvato martedì anche la Carta dei servizi del Sistema bibliotecario, con cui si definiscono, tra gli altri punti, gli standard di qualità e i diritti-doveri degli utenti, il Regolamento del servizio di prestito e la bozza di convenzione, di durata triennale, per il rinnovo della gestione del Sistema bibliotecario tra la Biblioteca del CCM Centro sistema e le Biblioteche dei Comuni dell’Isontino. La bozza di convenzione dovrà quindi essere approvata dai Consigli comunali di tutti gli enti locali coinvolti.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.


Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione