Duino Aurisina brinda di goia, sarà la Città italiana del vino 2022

la nomina

Duino Aurisina brinda di goia, sarà la Città italiana del vino 2022

Di Redazione • Pubblicato il 05 Nov 2021
Copertina per Duino Aurisina brinda di goia, sarà la Città italiana del vino 2022

Premiata la candidatura, dopo la delusione dell'anno scorso. Progetti anche in vista di GO2025.

Condividi
Tempo di lettura

Duino Aurisina sarà la Città italiana del vino 2022. Lo ha deciso la commissione incaricata di giudicare i dossier di candidatura pervenuti alla segreteria dell'associazione entro la data del 30 settembre. Tre i comuni partecipanti: Duino Aurisina, in provincia di Trieste, Menfi (Agrigento) e Ziano Piacentino (Piacenza). Nella decisione ha giocato un ruolo importante la forte condivisione con gli altri territori della rete in Friuli Venezia Giulia di un programma ricco e articolato, espressione di una forte identità che supera i confini comunali.

Verrà quindi attuato un ricco programma d’eventi culturali ed enoturistici per un anno intero, con uno sguardo rivolto a Gorizia e Nova Gorica 2025, nonché allo sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030. Il passaggio delle consegne si terrà a Barolo Città italiana del vino 2021, durante la convention dal 19 al 21 novembre, mentre il 5 febbraio prossimo è prevista la cerimonia di investitura a Duino Aurisina. Il paese sull'Adriatico ha superato a pieni voti “l’esame” della commissione tecnica, ricevendo il plauso del presidente della Regione, Massimiliano Fedriga.

Dal canto suo, Daniela Pallotta, sindaca di Duino Aurisina, sottolinea la grande soddisfazione per un “riconoscimento a un ambiente estremo e affascinante come il Carso, luogo d'eccellenza della produzione vitivinicola italiana ed europea. Un territorio unico e meraviglioso premiato da un grande lavoro di squadra con un programma che coinvolgerà quasi tutte le Città del vino del Friuli Venezia Giulia e i rispettivi territori”. Si unisce alla festa anche Tiziano Venturini, coordinatore dell'associazione regionale, soprattutto dopo la mancata nomina sempre di Duino Aurisina l'anno scorso.

"L’originalità del progetto - così Venturini - è quello di rappresentare non soltanto il comune ma un intero territorio, mettendo in sinergia altre amministrazioni e dando valore al rapporto di collaborazione ormai consolidato in questi anni. Inoltre – conclude Venturini – l’iniziativa ha una vocazione transfrontaliera che coinvolge anche le Città del vino istriane della Croazia, come Buie, Verteneglio, Umago e Grisignana. E l’impegno continuerà anche in seguito perché intendiamo candidarci a ospitare l’edizione 2025 del concorso enologico internazionale delle Città del vino, quando Gorizia e Nova Gorica saranno capitali europee della cultura”.

“Un risultato importante - sottolinea Massimo Romita, assessore al turismo - sia per la proposta, completa ed articolata che tiene conto delle peculiarità non solo di Duino Aurisina ma di tutte le Città del vino del Friuli Venezia Giulia, sia per le potenzialità che la stessa ha messo in campo”. Al centro della proposta, c'è la valorizzazione dei vitigni autoctoni Vitovska e Terrano nonché del Carso, dove si coltivano e sono prodotti gli omonimi vini. Qui "vi sono argomenti rilevanti come il cammino delle comunità locali verso il 2030, legato alla sostenibilità della produzione regionale". Plauso arrivato anche dal presidente nazionale del sodalizio, Floriano Zambon.

“Il riconoscimento a Duino Aurisina ha un alto valore anche in un’ottica di collaborazione europea tra Paesi vicini e confinanti – ha commentato Zambon -. Il Carso è da sempre un territorio di influenze tra lingue e culture diverse e il titolo di Città italiana del vino 2022 è anche un omaggio a una condivisione di valori e di reciproca collaborazione tra territori e culture diverse. Anche in questo caso l’enoturismo e la difesa delle economie locali è un grande terreno di unione e confronto”. Tra i numeri del progetto, ci sono 33 schede di grandi eventi, che vedranno lo sviluppo da febbraio a dicembre 2022 con un significativo indotto per tutto il territorio.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione