Diversamente artisti, giovedì al Ccm l'inaugurazione dell'esposizione

L'evento

Diversamente artisti, giovedì al Ccm l'inaugurazione dell'esposizione

Di Redazione • Pubblicato il 29 Nov 2022
Copertina per Diversamente artisti, giovedì al Ccm l'inaugurazione dell'esposizione

Villa Vicentini Miniussi sabato 3 dicembre, alle 10, ospiterà inoltre il seminario 'Come si organizza un evento inclusivo?' a cura di William Del Negro.

Condividi
Tempo di lettura

Viene inaugurata giovedì 1 dicembre, alle 18, negli spazi della sede del Consorzio Culturale del Monfalconese, in Villa Vicentini Miniussi a Ronchi dei Legionari, la mostra "Diversamente Artisti". L'evento, a cura de Anteas Il Faro Odv di Grado con il supporto del CCM-Ecomuseo Territori, il patrocinio del Comune di Ronchi dei Legionari e il contributo della Cassa Rurale FVG, vedrà esposte opere di Sergio Cechet, Valentina Feresin, Dennis Maricchio e Sara Peric, legati tutti dalla stessa passione per l'arte. Per la realizzazione di questa mostra esprimono la carica di creatività e il potere riabilitativo dell'arte, offrendo delle visioni personali e originali del mondo attraverso la loro sensibilità ed il loro sguardo unico riflessi nelle loro opere. Impiegando tecniche diverse hanno prodotto lavori ispirati e personali, che ci raccontano la forza e l’impegno che si cela dietro ogni pennellata, le loro storie, i loro pensieri e anche la loro ironia. La mostra è quindi un esempio di come il linguaggio della fantasia sia in grado di diventare linguaggio comune di condivisione, un codice di comunicazione capace di abbattere le barriere.

La mostra, nata nell’ambito del progetto Diversamente Artisti ideato dal direttivo dell’associazione Anteas Il Faro di Grado, sarà aperta, a ingresso libero, poi da venerdì 2 dicembre al 7 dicembre (domenica esclusa) dalle 10 alle 12.30 e il lunedì e il mercoledì anche dalle 15 alle 17. Villa Vicentini Miniussi sabato 3 dicembre, alle 10, ospiterà inoltre il seminario "Come si organizza un evento inclusivo? Guida per progettare e realizzare manifestazioni all'insegna di accessibilità e inclusione", a cura di William Del Negro, presidente di IO CI VADO APS e Willeasy srl. Le iniziative vengono proposte dalla rete di partner per sostenere la sensibilizzazione nei confronti della disabilità, per promuoverne i diritti, il benessere e la piena dignità della persona.

Le iniziative in programma dall'1 al 7 dicembre sono state ideate volutamente in prossimità della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità che si celebra il 3 dicembre. “Un territorio accogliente per le persone che vi abitano o per il cittadino che vi risiede in via temporanea per lavoro o svago - afferma il presidente del CCM Davide Iannis - si caratterizza per una cultura diffusa di attenzione ai bisogni. Con questo percorso il CCM e in particolare l'Ecomuseo Territori vuole essere parte attiva per la crescita culturale sul tema dell’attenzione alle diverse abilità e allo sviluppo dell’inclusività, in particolare nelle attività culturali e ricreative. Un percorso da strutturare ed approfondire con tutte le associazioni ed enti aderenti all'Ecomuseo nel prossimo futuro”. L’associazione Anteas Il Faro da parte sua sottolinea il suo impegno a valorizzare l’arte, poiché “essa non ha alcune differenze tra artista normodotato e artista disabile”, come rileva il presidente dell’associazione Tullio Troian. “Questo con l’umiltà e la consapevolezza che offriamo una riflessione anche al mondo politico e amministrativo locale”, aggiunge Troian. Walter Del Negro, grazie alle realtà che rappresenta, porta avanti da anni la missione di diffondere la cultura dell'inclusione come una valorizzazione della diversità delle persone e come opportunità per sviluppare l'economia di un territorio e dell'intero Paese. “Dalle nostre esperienze abbiamo dimostrato che organizzare un evento per tutti e tutte aumenta il numero degli ospiti e la soddisfazione degli stessi - spiega il presidente di IO CI VADO e Willeasy -. Allo stesso modo, rendere disponibili informazioni oggettive e verificate sull'accessibilità delle strutture ricettive, di ristorazione, ma anche di negozi e attività professionali, offre grandi opportunità di crescita agli imprenditori. Io e la mia squadra di collaboratori e collaboratrici siamo convinti che gli enti non profit, le aziende e le pubbliche amministrazioni debbano collaborare perché i progetti a forte impatto sociale non devono essere solo qualcosa che interessa il terzo settore e che si sostengono con finanziamenti e contributi, ma devono poter anche generare profitto, essere economicamente sostenibili con un modello di business che possa portare ricchezza ai territori, garantire continuità dei progetti e migliorare la qualità della vita delle persone”.

La sezione gradese dell'Associazione Nazionale Tutte le età attive per la Solidarietà, promossa a livello nazionale da anziani attivi e rivolta a tutte le categorie in condizione di bisogno con particolare attenzione agli anziani, aprendosi poi a tutta la comunità, effettua animazione e attività a favore della popolazione anziana, ma realizza anche assistenza e aiuto nei confronti di chi ha bisogno. Anteas Il Faro sostiene il progetto itinerante DART Diversamente Artisti che è partito con la presenza della mostra nella sala d’arte del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, ospite poi in estate della Festa regionale delle pesche di Fiumicello. L’iniziativa si concluderà in primavera con l’allestimento dell’esposizione a Grado. 

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) la redazione de Il Goriziano è contattabile al +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione