Da Cormons ai -60° della Russia, Adalberto Buzzin porta il Goriziano tra i ghiacci siberiani

Il viaggio

Da Cormons ai -60° della Russia, Adalberto Buzzin porta il Goriziano tra i ghiacci siberiani

Di Ivan Bianchi • Pubblicato il 12 Gen 2022
Copertina per Da Cormons ai -60° della Russia, Adalberto Buzzin porta il Goriziano tra i ghiacci siberiani

La passione del giramondo cormonese è inarrestabile. In questi giorni alla televisione russa ha lanciato un appello per la città di Vorkuta.

Condividi
Tempo di lettura

Non si stanca mai, Adalberto Buzzin, il cormonese giramondo che in questo periodo si trova nuovamente nelle regioni più fredde della sua amata Russia. Ieri sera Adalberto e Andrei, il fidato amico che lo accompagna negli ultimi viaggi, sono tornati al monumento che segna il 66° Parallelo Nord e lo hanno trovato illuminato da luci multicolori.

Oggi un primo tragitto in marshrutka li ha portati nella cittadina di Labytnangi - dopo aver attraversato con la stessa marshrutka la superficie ghiacciata del fiume Ob, per un percorso di meno di trenta chilometri.

Da Labytnangi il viaggio proseguirà in treno alla volta della città di Vorkuta, con un trasferimento di circa otto ore, quindi tra i 600 e i 700 chilometri circa.

A Vorkuta ci sarà una nuova intervista su un notiziario del principale canale televisivo nazionale russo (un po’ come la nostra Rai1, ndr), durante la quale Adalberto inviterà in lingua russa a tornare a vivere in quella città, anziché abbandonarla. 

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie dal Territorio, iscriviti al nostro canale Telegram, seguici su Facebook o su Instagram! Per segnalazioni (anche Whatsapp e Telegram) +39 328 663 0311.

Articoli correlati
...
Occhiello

Notizia 1 sezione

...
Occhiello

Notizia 2 sezione

...
Occhiello

Notizia 3 sezione